Lifting del viso

La perdita di tono e la lenta e progressiva ptosi dei tessuti molli del viso è uno degli inestetismi che da sempre le donne e (recentemente) anche una buona fetta di uomini hanno mal sopportato e che viene sempre più spesso risolto chirurgicamente in età progressivamente sempre minore (dopo i 40 anni).

Scopo del lifting del viso è infatti riportare i tessuti quanto più possibile indietro nel tempo conferendo tono, luminosità ed armonia ai lineamenti, alleggerendo i contorni appesantiti dagli anni, dall'azione del sole e dalla forza di gravità. Tale ringiovanimento tissutale è evidente sia in superficie (struttura cutanea) che più in profondità (componente fascio-muscolare), anche associando al lifting procedure ancillari quali belfaroplastica, liposcultura, peeling, botulino, lipostructure e fillers.

Fattori molteplici quali le condizioni pre-operatorie della cute, la compattezza e lo spessore della sottocute, la struttura ossea scheletrica, il fumo di tabacco ed altro possono influenzare corposamente l'entità del miglioramento: ecco perchè ognuno ha una risposta soggettiva.

Subito dopo i 40 anni è preferibile ricorrere ad un intervento più conservativo come il mini-lifting, consistente in un limitato scollamento cutaneo e nell'applicazione di suture profonde sul piano mio-fasciale. Questo intervento riesce a risolvere in modo soddisfacente problematiche limitate, pertanto è consigliato in età relativamente giovane; viene eseguito in sedazione ed anestesia locale ed è pituttosto rapido.

In situazioni più estreme ed avanzate, o quando si desiderano risultati duraturi, è indicato invece il lifting del viso completo. L'azione chirurgica è più ampia e coinvolge tempie, zigomi, guance, mandibola e collo: zone particolarmente sensibili alla perdita di tono ed al rilassamento di tessuti. La cicatrice è virtualmente impercettibile in quanto decorre prima tra i capelli, scende all'interno del padiglione auricolare (nella donna), lo circonda, si sviluppa sulla sua superficie posteriore e quindi curva nuovamente in mezzo ai capelli.

Nel corso della prima visita lo specialista consiglierà il tipo di intervento e la tecnica da eseguire in funzione delle problematiche da affrontare, dei risultati da ottenere e, naturalmente, dalle aspettative del/della paziente. Qualora gli inestetismi siano localizzati o preponderanti in una particolare parte del viso o del collo, saranno indicati specifici interventi:

Il lifting completo del viso può essere eseguito in sedazione profonda o in anestesia generale (narcosi), associate ad infiltrazione locale; ha una durata che varia tra le 2 e le 4 ore, seguite da una notte di degenza in clinica. Durante l'incisione la cute viene separata dal piano mio-fasciale, poi riorientata, trazionata ed infine drappeggiata ad arte mentre l'eccesso viene asportato. Anche la fascia superficiale (SMAS) ed i muscoli del collo vengono incisi, riorientati, trazionati e quindi fissati con suture nella nuova posizione.

Anche nell'intervento più esteso si procede comunque in maniera conservativa, con estremo rispetto dell'espressività mimica soggettiva e delle diverse strutture morfologiche, con l'obiettivo di un risultato quanto mai naturale ma stabile e duraturo nel tempo.

Agendo infatti sulla struttura di supporto mio-fasciale non sono necessarie trazioni eccessive, dannose o innaturali a carico del lembo cutaneo, che verrà ridrappeggiato in ideale tensione giovanile una volta asportata la parte in eccesso.

Suture estetiche e medicazioni elastiche completeranno l'intervento, e verranno progressivamente alleggerite e rimosse nelle due settimane post operatorie; in altre due settimane si noterà l'assorbimento di eventuali gonfiori ed ecchimosi, con notevole miglioramento dell'aspetto.

Fin dal terzo/quarto giorno sarà consentito il lavaggio dei capelli, fatto salvo il mantenimento del protocollo terapeutico e di uno stato di riposo. Il recupero sarà quasi completo dal secondo mese post operatorio ed il risultato diventerà definitivo dal terzo mese.

Come alternativa all'intervento è possibile effettuare correzioni temporanee di semplice mantenimento utilizzando il Lipostructure o prodotti quali fillers o tossina botulinica.