Fillers

La matrice intercellulare cutanea contiene, in condizioni normali, un notevole quantitativo di acido ialuronico. Esso, legato all'acqua, tonifica la cute e la mantiene elastica ed idratata. In condizioni particolari quali l'avanzare dell'età o l'esposizione eccessiva ai raggi solari, il suo quantitativo si riduce drasticamente, determinando l'inaridimento cutaneo e, di conseguenza, solchi, pieghe e rughe di espressione che risulteranno tanto più marcate quanto maggiore è l'attività mimica (sul viso).

Quando i segni sul volto si manifestano in maniera più evidente e fastidiosa, il trattamento con acido ialuronico permette di ammorbidire i contorni, riempire solchi e guance, dare più volume agli zigomi, inturgidire le labbra assottigliate.

E' importante ricordare che l'acido ialuronico normalmente utilizzato in medicina estetica viene sintetizzato in laboratorio e non necessita di test preventivi. A seconda della condizione della cute, del tipo di materiale iniettato (più o meno denso) e della sua quantità, una semplice seduta può restituire alla pelle il suo volume originario, mantenendo il risultato da un minimo di 4-6 mesi fino ad 1 anno. Una successiva seduta rinnoverà il risultato, migliorandolo ulteriormente. E' ovvio che ad una maggiore costanza di applicazioni corrisponderà un risultato più eclatante e stabile.

Il risultato è immediato e completo, non lascia segni se non un minimo rossore nelle zone iniettate, che si risolve però nel giro di qualche ora. Non necessita di anestesia locale se non in casi specifici.

Una seduta ogni 6 mesi consente generalmente di risolvere le problematiche estetiche più blande legate all'invecchiamento, permettendo così ai pazienti più costanti di rimandare nel tempo il ricorso alla chirurgia. Quando invece tale trattamento è associato ad interventi chirurgici più impegnativi, può costituire un'utile integrazione al mantenimento del risultato estetico.